News

La protagonista dell’estate di Hebron è la prima auto elettrica palestinese.

Dodici batterie e l’energia solare  fanno muovere la prima auto elettrica palestinese che girerà da questa estate per le strade di Hebron.Un assoluta novità per la popolazione palestinese che, purtroppo, è abituata a veder girare per le sue strade mezzi di ogni genere:dalle bici ai carri armati.
Il merito, per l’ideazione e la realizzazione di questa vettura, va ad un gruppo di studenti del Politecnico di Hebron, che hanno messo insieme le loro conoscenze in campo ingegneristico e il loro interesse per  l’ambiente.


Gli studenti sono partiti da zero per questo progetto di sviluppo ecologico, con l’obiettivo di trovare un’alternativa al gasolio e alla benzina per alimentare le auto vetture.  Anche se esteticamente l’auto del Politecnico di Hebron non tiene testa alle auto elettriche già esistenti nel mondo, il risultato è sicuramente valido e incoraggiante, sia per i tre studenti che hanno realizzato l’auto sia per gli abitanti della città.
L’auto è alimentata dunque sia con delle batterie  che le consentono di avere un’autonomia di 3-5 ore, sia con dei modelli fotovoltaici installati proprio sopra la carrozzeria dell’auto  che le permettono una comoda viabilità nella città.
In Medio Oriente il sole è una componente rilevante per tutto l’anno e questi ragazzi hanno pensato bene di sfruttarlo in maniera positiva e senza far danni all’ambiente e alla popolazione.
Speriamo che l’impegno di questi giovani ricercatori venga apprezzato e che le strade della Cisgiordania siano invase dalle auto elettriche!

Additional information