Notizie

"Un nuovo modello di sviluppo" - Intervista a Silvestrini direttore scientifico del Kyoto Club

Articolo tratto da www.energiesensibili.it del 27 febbraio 2012

 

“I cambiamenti climatici comportano tutta una serie di disastri soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. Però al tempo stesso sono la spinta a cambiare il sistema energetico, il sistema dei trasporti, il modo in cui costruiamo le case”. Ne è convinto il direttore scientifico di Kyoto Club Gianni Silvestrini che spiega ad Energie Sensibili: “Un altro sviluppo è possibile”.

Silvestrini, quali sono le opportunità per un sistema sostenibile?
Ci sono dei filoni che stanno già dando dei risultati. Il settore più avanti è quello della produzione di energia da fonti rinnovabili perché in questo caso abbiamo visto un abbattimento dei prezzi delle tecnologie impressionante negli ultimi anni. Parlo del fotovoltaico per esempio, il che ci consente di andare verso obiettivi ambiziosi come quello di avere un sistema di generazione elettrica al 100% rinnovabile fra 40 anni. Una vera e propria rivoluzione che sta creando nuovi settori industriali, nuova occupazione (in Germania 360mila addetti sono un pilastro dell’economia tedesca). Bisogna riuscire a cavalcare l’onda.

L’Italia come si colloca in questo scenario?
Il nostro Paese è stato per molti anni l’ultima ruota del carro, però negli ultimi anni ha preso slancio grazie al fatto che abbiamo degli obiettivi europei da rispettare legalmente vincolanti al 2020. Sono partiti in maniera decisa sia il settore delle biomasse, sia l’eolico, ma soprattutto il solare che vede l’Italia al secondo posto nel mondo per potenza installata dopo la Germania e la creazione di un comparto con decine di migliaia di addetti. Questo ci fa sperare che nel futuro non solo riusciremo a essere bravi nel settore delle installazioni ma anche a livello di ricerca e di produzione, cioè creare un’industria delle rinnovabili che ci permetta di competere a livello internazionale.

Read more...

Il cassonetto "intelligente" lo apriremo con la smart card

Articolo tratto da www.repubblica.it del 27 febbraio 2012 di Ludovica Amoroso


E' PARTITO dall'Emilia Romagna l'ambizioso progetto della multiutility italiana Hera ideato per rivoluzionare il sistema di raccolta differenziata. Come? Attraverso la realizzazione di "cassonetti intelligenti" tecnologicamente avanzati, nati per sondare le abitudini dei consumatori, ma soprattutto per intercettare i Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). L'obiettivo sarà raddoppiarne la raccolta e tracciarne  il completo ciclo, fino al recupero o al trattamento finale. Dopo Spilamberto, in provincia di Modena, sarà il turno di Bologna, Castenaso, Ravenna e Lugo.

Un progetto unico in Europa, per un totale di 3,5 milioni di euro, co-finanziati dalla UE all'interno del programma "LIFE + Politica e governance ambientali", per mettere in pratica le nuove regole stabilite da Strasburgo - annunciate lo scorso 19 gennaio - sulla gestione dei rifiuti elettronici. Un'occasione per l'Italia, soprattutto dopo la condanna della Corte dei Diritti dell'Uomo per la mala gestione della spazzatura in Campania. Il  test ha coinvolto inizialmente 2000 cittadini (a partire dallo scorso novembre) per poi allargarsi all'intera popolazione di Spilamberto con l'obiettivo di raggiungere il 70% di raccolta differenziata sul territorio comunale, senza incidere sui costi del servizio.

Read more...

Valle Sabbia: il primato europeo per la più grande centrale fotovoltaica pubblica

Nella Provincia di Brescia, nello specifico nella Valle Sabbia, è stata costruita la più grande centrale fotovoltaica pubblica d’Europa. Proprio alle valli padane spetta il primato europeo per un opera così straordinaria che è in grado di distribuire  energia elettrica gratuita a tutti gli ufici municipali, a tutte le strade e ai semafori e soprattutto alle scuole.
Quest’opera è stata resa possibile dall’unione di 25 comuni della valle, più altri 16 comuni delle vicinanze, che hanno deciso di partecipare a questa impresa e di puntare sull’energia solare.

Read more...

Provincia di Savona: un eccezionale esempio di riciclo

A partire dal 13 Ottobre 2011 a Savona si realzzaerà un ottimo esempio di riciclo. Il capolugo di provincia, partner nel Progetto ETRUSCAN, sarà il primo in Italia a sotenere l’utilizzo di lubrificante rigenerato. È stato infatti firmato un protocollo tra  ATA S.p.a di Savona - la società che si occupa della raccolta, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti nel capoluogo di provincia ligure- e Viscolub, azienda italiana leader nella riraffinazione degli oli. L’obiettivo è quello di accrescere e diffondere la cultura della rigenerazione e l’importanza del riciclo come possibilità concreta di sviluppo sostenibile.
L’Assessore all'Ambiente del Comune di Savona Jorg Costantino ha dichiarato: “Si tratta del primo esperimento di questo tipo in Italia, che risponde alla direttiva europea sugli “Acquisti Verdi” da parte delle Amministrazioni Pubbliche. Si tratta di un'iniziativa dall'altissimo valore ambientale perché risponde all'obiettivo di limitare al massimo il consumo di materie prime non rinnovabili; e perché valorizza il sistema di recupero e riciclaggio perché dimostra, nel concreto, che è possibile “chiudere il ciclo” riutilizzando produttivamente quando deriva da una corretta e attenta raccolta differenziata”.

Read more...

European Solar Days

Domenica 1° maggio è iniziata la campagna d’informazione bisettimanale che servirà ad avvicinare i cittadini all’energia solare: gli European Solar Days. 15 giorni, dal  1°  al 15 maggio, interamente dedicati all’energia pulita, rinnovabile, gratuita e disponibile: il sole.
La campagna, che sarà coordinata da Ambiente Italia e da Legambiente, ha l’obiettivo di sottolinerare l’importanza positiva che possono avere le fonti energetiche alternative sul cambiamento climatico. Tante manifestazioni in tutta Europa per dimostrare che,  fotovoltaico e termico, possono essere una soluzione per mitiare i danni che quotidianamente stiamo provocando con uno stile di vita non sostenibile.

Le giornate di sensibilizzzione verranno finanziate dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Intelligent Energy Europe. Verranno allestiti di numerosi punti informativi che descriveranno il funzionamento degli impianti termici e fotovoltaici, verranno illustrati i meccanismi di adesioni al regime di incentivazione,  ci saranno dei momenti dedicati ai più piccoli,  saranno organizzate delle visite guidate presso impianti fotovoltaici e solari termici, incontri con gli esperti del settore e corsi di formazione per tecnici e/o installatori.
Il  programma completo degli eventi  può essere visionato sul sito http://www.eusd.it/

Read more...

Additional information