Esempio di aspetto di una tabella categoria blog (Categoria FAQ/Lingue)

Presentazione delle azioni previste dal progetto

 

Azione 2: ideazione e creazione  dei prototipi e delle stazioni di ricarica

L’azione più visibile e concreta del progetto ETRUSCAN sarà sicuramente la creazione dei due prototipi di autobus extraurbani. Una squadra di ingegneri avrà il compito di progettare e seguire i lavori di assemblaggio delle navette. L’intero lavoro è affidato alla Oregon Group e avverrà a Savona.
Si prevede che la prima navetta potrà essere pronta e funzionante per dicembre 2010 e la seconda per gennaio 2011, e così potranno iniziare ad offrire il loro servizio a studenti e turisti della Provincia di  Viterbo.
La particolarità delle navette sta nel doppio motore ibrido. Infatti per consentire alla navetta di viaggiare in zone extra urbane avrà bisogno di un motore fotovoltaico e di un motore che verrà ricaricato con oli esausti.
Le navette avranno però bisogno di ricaricarsi per poter permettere ai passeggeri di usufruire del servizio e per questo verranno costruite due stazioni di ricarica per le batterie elettriche e due stazioni in grado di trasformare gli oli vegetali esausti in carburante.
Le navette per muoversi dunque utilizzeranno energie pulite in grado di rispettare l’ambiente e la salute dei cittadini.


Azione 3: itinerari didattici

Quando finalmente i prototipi e le stazioni di ricarica saranno pronte il vero percorso delle navette potrà iniziare. Uno degli obiettivi del progetto è proprio la dimostrazione che gli autobus di questo tipo possono viaggiare su percorsi extra urbani in maniera efficace e fornire un servizio ottimo a studenti e turisti.
Il Comune di Acquapendente avrà il compito di gestire e ideare gli itinerari didattici che mettano in evidenza la particolarità e le bellezze del territorio della Provincia di  Viterbo. Ad accompagnare studenti e turisti durante li itinerari didattici nei mesi da maggio ad aprile ci saranno sempre delle guide formate per far conoscere il patrimonio artistico e ambientale della zona.
Questi itinerari accuratamente studiati  potranno esser percorsi anche a piedi o in bici oltre che con le nevette, per favorire un turismo sostenibile per tutti.
Per dimostrare che le navette sono anche un ottimo mezzo di trasporto all’interno del centro urbano verranno tracciati anche degli itinerari per favorire gli spostamenti degli studenti dell’Università della Tuscia, puntando soprattutto ai benefici che potrebbero ricevere gli studenti pendolari da questo servizio.

Azione 4:campagna di informazione e attività di formazione

Un altro obiettivo del progetto ETRUSCAN è quello di far conoscere le problematiche ambientali e le energie rinnovabili per promuovere una mobilità sostenibile. Per ottenere questo obiettivo i partner hanno deciso di puntare su una ricca e coinvolgente campagna di informazione.
L’azione 4 sarà coordinata dall’associazione culturale punti di vista che da tempo lavora su queste tematiche e che si occuperà della campagna di informazione quanto delle attività di formazione.
Con  l’obiettivo di far conoscere il progetto ETRUSCAN e le tematiche trattate verranno organizzati quattro eventi pubblici nell’arco dei tre anni.
Per favorire i cittadini che vorranno usufruire del servizio offerto dalle navette verrà allestito un infopoint nel Comune di Acquapendente che avrà l’obiettivo di fornire tutte le informazioni utili sui percorsi delle navette, registrare le prenotazioni e divulgare i materiali informativi prodotti.
Tra le attività di formazione si prevede di organizzare quattro workshop per varie tipologie di partecipanti tra cui: studenti, designer, amministratori pubblici e esperti del settore dei trasporti. Nei seminari che si terranno a partire da maggio 2010 verranno approfonditi temi quali la mobilità sostenibile e i cambiamenti climatici.

Informazioni aggiuntive