La storia di Etrusca - Poster e istruzioni

 

Questa è la storia di Etrusca, una bambina che vive in un mondo in cui gli umani hanno attività compatibili con l'ambiente, relazioni eque tra loro e una mobilità pienamente sostenibile. La storia è pensata per bambini e bambine delle scuole elementari e per i primi anni delle scuole medie, per visualizzare insieme concretamente che significa mobilità sostenibile, percorsi pedonali, inter modalità, carburanti ecologici e energia rinnovabile per i trasporti. Riflette e suggerisce anche relazioni con il territorio più dirette, corporee, meno filtrate da mezzi meccanici e da auto private, e presenta stili di vita con un’impronta ecologica contenuta, all’interno di una economia che pone al centro gli esseri umani, i cibi locali e genuini, gli spazi sicuri (senza automobili e con molti bambini), integrazione territoriale con la campagna, servita da mezzi pubblici, e presenta come realtà tanti tipi di mezzi di spostamento alimentati da elettricità che si suggerisce (con riferimenti e immagini) essere generata da fonti rinnovabili. Il mondo di Etrusca ha anche connotazioni sociali particolari: è un mondo che privilegia la partecipazione, lo stare insieme, l’interscambiabilità dei ruoli di produzione e cura, la creatività collettiva e attiva anche rispetto al proprio territorio nelle persone fin da giovani, e che incoraggia a vedere gli esseri umani come fautori, spesso in spazi aperti, più che consumatori.

 

 

 

Scaricare e stampare due copie del poster alla dimensione desiderata (suggerito A0 e A3). Scaricare e stampare il file con le istruzioni.

 

 

 

Tagliare la parte con il disegno del poster formato più grande in 16 formelle, con una griglia di 4 formelle per 4, come indicato dal grafico A.

 

 

 

Dietro ogni formella attaccare il testo (da stampare a parte, riportato qui sotto) corrispondente, secondo lo schema del grafico A.

 

Fare attenzione all’ordine: la casella numero 1 deve portare, dietro, il testo numero 1, e cosi’ via fino alla 16.

 

 

 

Usare la stampa piccola del poster come riferimento per aiutare i partecipare a posizionare le formelle ricomponendo l’immagine complessiva correttamente.

 

 

 

Dare le formelle in ordine da 1 a 16, una per volta, ai partecipanti facendo eventualmente leggere loro il testo e chiedendo di spiegare ogni formella cercando di scoprire più dettagli possibili del disegno, anche in abbinamento con le formelle contigue.

 

 

Informazioni aggiuntive